Lo Stemma - Il Gonfalone

DESCRIZIONE ARALDICA DELLO STEMMA

Scudo recante il disegno d'Ercole, rivestito di un lenzuolo che ricopre soltanto il suo basso ventre, accompagnato da un leone, con, sullo sfondo, un paesaggio composto da un albero di basso fusto, alla sua destra, e, alla sua sinistra, i resti di un'antica torre cilindrica di piccole dimensioni. Il cielo è azzurro, con una nuvoletta bianca sullo sfondo. Il fondo campo è verde. Sotto lo "scudo" vi è una striscia con la scritta: "Hercules alexicacos".

 

BLASONATURA DEL GONFALONE

Drappo di colore azzurro, recante lo stemma comunale con le seguenti aggiunzioni: nella parte superiore, al centro, in caratteri grandi cubitali, colore oro la scritta "Città" e al secondo rigo "di" (sempre in posizione centrale). Segue al rigo successivo una grossa corona formata di mattoni, sempre color oro e posta in posizione centrale, subito sotto la corona è posto lo stemma e sotto la sua scritta "Hercules alexicacos" una corona d'alloro in colore oro. Al di sotto della corona d'alloro, con le stesse caratteristiche della scritta del primo e secondo rigo, vi è la scritta "Montesarchio".

 

CRONOLOGIA

Il Comune si fregia del titolo di "città" con decreto del Presidente della Repubblica in data 31 luglio 1997.

 

CARATTERISTICA

Simboli: Albero, Ercole, Leone, Torre

Colori: Azzurro, Verde

Accesso Utenti