AVVISO - allerta meteo

          La Protezione civile della Campania ha inviato un avviso alle Amministrazioni comunali dell’intero territorio e alle autorità competenti per quanto riguarda il rischio neve che interesserà la nostra regione nei prossimi giorni.
          In particolare, è previsto un ulteriore abbassamento delle temperature atmosferiche che da giovedì 3 gennaio porterà nevicate e gelate anche in pianura, venti settentrionali con forti raffiche che potrebbero determinare disagi per la popolazione.
          La Protezione civile con la nota richiamata invita i Comuni ad adottare tutte le precauzioni necessarie, provvedendo a diffondere tempestive informazioni sui pericoli determinati dalle basse temperature e dalle nevicate e a divulgare le norme di  comportamento per i cittadini , che si allegano, da tenere in presenza di tali eventi atmosferici.

NORME DI COMPORTAMENTO PER I CITTADINI IN CASO DI GELATE E/O EVENTO NEVOSO

Le precipitazioni nevose e le gelate, sono eventi atmosferici, non sempre prevedibili, che per le loro caratteristiche provocano disagi e difficoltà su porzioni di territorio spesso molto estesi, coinvolgendo la totalità delle persone e delle attività che su questo insistono.
E’ il caso di soffermarci sui pericoli ed effetti indotti dalle basse temperature e dalle nevicate, quali ad esempio, in modo esemplificativo e non esaustivo:
 possibili interruzioni di energia elettrica, con particolari disagi per le case sparse o ubicate in luoghi impervi, nel caso di prolungato disservizio a causa dell’aumentare dei tempi necessari al ripristino;
 possibili disservizi nelle comunicazioni telefoniche fisse e cellulari, con conseguente difficoltà di richiedere soccorso in caso di necessità;
 possibili pericoli di esplosione e/o esalazioni dannose causate da difetti di funzionamento di caldaie, stufe, generatori di corrente e, in generale, di apparati alimentati da gas in bombole o carburante;
 possibili interruzioni dell’approvvigionamento idrico per rottura di condotte provocate dal gelo: a tal fine, è consigliabile lasciar defluire una piccola quantità d’acqua costantemente nelle tubature per evitare danni anche all’impianto idrico interno;
 possibili difficoltà, nel caso di case sparse e/o isolate, di raggiungimento di ambulatori, farmacie, negozi, etc, per l’approvvigionamento dei beni o farmaci di necessità; a tal fine è necessario che i cittadini residenti in tali condizioni provvedano tempestivamente al rifornimento delle scorte necessarie per il periodo previsto di criticità, che sarà indicato nei bollettini e/o avvisi emessi dalla protezione civile regionale;
 possibili perdite di bestiame al pascolo nelle zone montuose, con difficoltà di recupero per il ricovero e l’alimentazione: a tal fine è opportuno avvisare gli allevatori di bestiame per il trasferimento dal pascolo ai ricoveri;
 pericolo per la popolazione, derivante dalla formazione di ghiaccio sulle strade, eventualmente anche la possibilità di crolli di neve e/o ghiaccio da alberature, tetti e cornicioni che potrebbero investire pedoni di passaggio sui marciapiedi e auto in transito o in sosta nelle prossimità.
Questo richiede che in caso d’evento tutti debbano contribuire per ridurre al massimo i disagi. Di seguito si elencano una serie di norme di comportamento:

PRECAUZIONI

 Dotare l’auto, all’inizio della stagione invernale, di gomme da neve o catene, specie se si abita o si frequentano zone caratterizzate dalla presenza di rilievi;
 Ripassare le modalità di montaggio delle catene, controllando di avere in dotazione il tipo adatto alla propria auto ed anche un paio di guanti da lavoro;
 Approvvigionare per tempo e tenere disponibile una adeguata ed idonea scorta di sale da utilizzare per la viabilità privata, anche pedonale, e per gli eventuali marciapiedi esterni (il sale è usualmente acquistabile nelle sedi dei consorzi agrari);
 Avere disponibile in ogni stabile ed in ogni struttura pubblica, oltre al sale, almeno un badile o una pala da neve;
 Tenersi informati sulle previsioni e sulla evoluzione del tempo a scala locale.

CONSIGLI GENERALI

In caso di previsione o di effettiva precipitazione a carattere nevoso, a tutela dell’incolumità propria e degli altri, è estremamente importante seguire i seguenti consigli di comportamento:
 Limitare o differire, per quanto possibile, gli spostamenti con veicoli;
 Preferire, per quanto possibile, l’utilizzo dei mezzi pubblici a quello delle auto private e, tra queste ultime optare possibilmente per quelle a trazione anteriore; Non utilizzare veicoli a 2 ruote;
 Indossare abiti e soprattutto calzature idonee alla situazione ed all’eventualità di sostenere spostamenti a piedi;
 Non aspettare a montare le catene da neve sulla propria auto quando si è già in condizioni di difficoltà, specie se si devono affrontare percorsi con presenza di salite e discese anche di modesta pendenza;
 Evitare di proseguire nel viaggio con l’auto se non si ha un minimo di pratica di guida sulla neve, ci si sente comunque in difficoltà o non si ha il corretto equipaggiamento;
 Non abbandonare l’auto in condizioni che possono costituire impedimento alla normale circolazione degli altri veicoli, ed in particolare dei mezzi operativi e di soccorso;
 Aiutare le persone in difficoltà e non esitare a richiedere aiuto in caso di necessità (per montare le catene, per posteggiare l’auto anche all’interno di proprietà private, per avere consigli ed indicazioni, etc.);
 Tenersi informati sulla viabilità attraverso gli organi di informazione radiotelevisivi e la lettura dei pannelli a messaggio variabile presenti sulla principale viabilità;
 Segnalare agli Enti gestori della viabilità o ai numeri territoriali per le emergenze, la presenza di eventuali situazioni che necessitano l’invio di soccorsi o l’effettuazione di interventi prioritari.
 gli ammalati che hanno bisogno di cure mediche particolari e quelli sottoposti a trattamento di emodialisi affinché, in caso di conferma delle preannunciate intense nevicate , si portino tempestivamente presso i centri ospedalieri più vicini;
 coloro che sono costretti ad utilizzare apparecchiature di sostegno vitale (es.: polmoni artificiali e simili) a dotarsi, a secondo delle esigenze, di gruppi elettrogeni e/o scorte di carburante;

OBBLIGHI

In caso di nevicate con persistenza di neve al suolo ed al fine di tutelare l’incolumità dei pedoni gli abitanti di ogni edificio fronteggiante la pubblica via dovrà provvedere a:
 Rimuovere la neve dai marciapiedi;
 Spargere un adeguato quantitativo di sale sulle aree sgomberate, se si prevedono condizioni di gelo;
 Aprire varchi in corrispondenza di attraversamenti pedonali ed incroci stradali su tutto il fronte dello stabile;
 Abbattere eventuali festoni o lame di neve e ghiaccio pendenti dai cornicioni e dalle gronde;
 Rimuovere le autovetture parcheggiate a filo strada per permettere di liberare le carreggiate.

MODALITA’ CORRETTA PER L’UTILIZZO DEL SALE

E’ utile sapere che il sale può essere usato per intervenire su formazioni di ghiaccio di limitato spessore. E’ consigliabile, quindi, intervenire preventivamente con salature ove ci siano preavvisi di formazione di ghiaccio tenendo presente che il sale non produce effetti in presenza di eccessivi spessori di ghiaccio e/o in presenza di temperature troppo rigide (< -10°). In caso di forti nevicate in atto, togliere prima, quasi completamente, la neve e spargere il sale sul ghiaccio rimasto. Il quantitativo di sale deve essere proporzionale allo spessore di ghiaccio o neve da sciogliere: esempio con un Kg di sale si possono trattare 20 metri quadrati di superficie. Quantità superiori potrebbero danneggiare le pavimentazioni. Non usare acqua per eliminare cumuli di neve e ghiaccio soprattutto se su di essi è stato precedentemente sparso il sale.

PROTEGGERE LA PROPRIA RETE IDRICA

 Assumere dal gestore del servizio idrico le necessarie informazioni per la protezione della rete idrica da possibili ghiacciate;
 Proteggere il proprio contatore da possibili ghiacciate, utilizzando materiali isolanti.

CONSIGLI PER LA GUIDA

Durante i mesi invernali questi i controlli tecnici da effettuare:
 tergicristalli (devono essere perfettamente a filo con la superficie da liberare dall’acqua);
 batteria (con il freddo corre il rischio di scaricarsi);
 antigelo (non metterlo nel radiatore o nel liquido per pulire i parabrezza significa rischiare danni qualora la temperatura cali sotto lo zero)
Se si intende viaggiare frequentemente su strade innevate è opportuno sostituire i pneumatici tradizionali con quelli specifici per la neve, che hanno mescole più adatte al freddo e disegni capaci di assicurare una migliore aderenza. Le catene da neve devono comunque essere sempre pronte all’uso, perché in presenza di neve abbondante i pneumatici invernali potrebbero non essere sufficienti. Le catene vanno impiegate solo sulle strade coperte di neve, altrimenti si corre il rischio di danneggiarle irreparabilmente oltre a compromettere la sicurezza di guida. Conviene inoltre provare prima a montare le catene, per impratichirsi.
I consigli sulla guida in condizioni di strada bagnata o innevata partono tutti dal principio che l’auto, in tali casi, presenta una ridotta aderenza, sia in frenata che in curva. Inoltre la neve accumulata sul tetto può scivolare sul parabrezza mentre si effettua una frenata, compromettendo la visibilità. Se possibile, meglio eliminarla prima di partire. Anche le formazioni di ghiaccio sul parabrezza vanno eliminate, o con un antigelo o con un raschietto apposito.
La partenza va fatta in modo molto morbido, per evitare il pattinamento delle ruote. Chi ha il cambio automatico dovrà inserire la modalità di guida invernale. Quando le condizioni sono opportune e non compromettono la sicurezza, conviene testare la frenata, per verificare la risposta del fondo stradale e gli spazi necessari, in modo da tenere la più adeguata distanza di sicurezza. In generale la guida dovrà essere priva di scatti e quanto più fluida possibile, sia in frenata che in accelerazione e in curva.
Prima di affrontare le curve, riducete la velocità, facendo attenzione a rallentare in rettilineo. Per affrontare la curva, l'azione sul volante deve essere dolce e costante, per evitare che il pneumatico perda contatto e non risponda più. In curva, mantenete una velocità bassa e regolare, per evitare di squilibrare la vettura. Se l'anteriore non ha più direzionalità, occorre ritrovare l'aderenza. A tal fine, riducete la velocità sollevando il piede dall'acceleratore: se necessario, premete leggermente il pedale del freno senza bloccare le ruote. Se la vettura slitta al retrotreno (trazione anteriore), accelerate per ristabilire l'equilibrio. Non frenate in nessun caso perché aumenterebbe lo squilibrio al retrotreno.

INDIRIZZI UTILI

Prefettura di Benevento - Ufficio Territoriale del Governo, Corso Garibaldi n. 1 – 82100 Benevento tel. 0824/37.41.11 fax 08024/37.44.4
Giunta Regionale della Campania Direzione Generale per il Governo del Territorio, i Lavori Pubblici e la Protezione Civile 80133 Napoli – Via A. De Gasperi, n. 28 – Tel. 081-7963087-88 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Comune di Montesarchio - Polizia Locale;– Piazza Carlo Poerio – Montesarchio – tel 0824.834191 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Comune di Montesarchio – servizio di protezione civile – Piazza San Francesco – tel 0824 892222 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Volontari della Protezione Civile di Montesarchio – Piazza Carlo Poerio,33 – Montesarchio- tel. 0824 040503 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.